Work, business and organisational transformations (Lavoro, impresa e trasformazioni organizzative)

Within the broad theme ’Organisational fragmentation and work: individual and collective relationships‘, to which the Study Days of the Association for the year 2017 were dedicated, it was decided to focus on the answers that the internal legal system (obviously not losing sight of the indications coming from the EU) has given to the issues deriving from the new forms of business organisation. As these solutions are not always completely suitable, additional proposals were provided. After 10 years of debate on the figure of the employer, it was decided to bring attention to the worker and, in particular, to those workers who are employed in organisational structures which are far from the model established in the Workers’ Statute. Working for an enterprise which is organised in a different way (compared to the traditional model of the 1970s) or for a technological platform (sharing economy) raises a number of issues: what is there, what is missing and what can be proposed in order for labour law to maintain its function. The first part of the report analyses the emerging trends related to the new forms of businesses and to the newfound centrality of the employment contract, albeit in another context and therefore with other conditions and repercussions, also in light of the recent legislative policy choices. The second is entirely dedicated to protection models in the double perspective of the existing model and of possible developments. The analysis revolves around five key concepts: the identification of a generally applicable protection system; the possible application of the ‘administration model’ to other types of organisational fragmentation; the promotion of corporate social responsibility; the extension of the concept of economic dependence from company law to labour law; and the abandonment of the regulatory uniformity in favour of a differentiation by organisational models. The third and last part of the report deals with the most sensitive issues, namely those phenomena that are in progress and on which only assumptions can be made, since no normative fabric at national or EU level exists. In the background stands the question on the future of labour law in a world of work that is constantly changing and increasingly conditioned by three negative factors: profits without ethics, a political class increasingly focused on itself and, last but not least, an increasingly widespread disaffection from work. (Italian: All’interno dell’ampio tema cui sono dedicate le Giornate di Studio dell’Associazione per l’anno 2017, «Frammentazione organizzativa e lavoro: rapporti individuali e collettivi», si è scelto di incentrare la riflessione sulle risposte che l’ordinamento interno (ovviamente non perdendo di vista le indicazioni provenienti dall’UE) ha fornito ai problemi indotti dalle nuove forme di organizzazione di impresa, non sempre del tutto idonee a guidare i fenomeni in atto, affiancando alle soluzioni date alcune proposte. Dopo dieci anni di ampio e serrato dibattito sulla figura del datore di lavoro — interrogativo sul quale si è incentrato il Convegno di Catania del 2009 — che ha visto una contrapposizione tra funzionalisti e codatorialisti, si è ritenuto di riportare l’attenzione sul lavoratore, e, segnatamente, sulla tutela di quello occupato all’interno di un’impresa la cui struttura organizzativa non è più quella presa a modello dallo Statuto dei lavoratori, ma si è profondamente trasformata. Lavorare per una impresa diversamente organizzata (rispetto al modello tradizionale degli anni ‘70) o per una piattaforma tecnologica (c.d. collaborative economy) induce a ragionare su temi, problematiche ed esigenze nuove, ma in parte antiche, ponendo all’interprete tre interrogativi: cosa c’è, cosa manca, cosa si può proporre, perché il diritto del lavoro mantenga la propria funzione. Nella prima parte della relazione, dopo brevi cenni di carattere generale sul fenomeno della frammentazione organizzativa e sulle sue cause — tema ampiamente esaminato nelle relazioni catanesi di Marzia Barbera e Valerio Speziale —, si darà conto delle tendenze emergenti, nella direzione di una nuova materializzazione dell’impresa e di una ritrovata centralità del contratto di lavoro, seppur in altro contesto e quindi con altri presupposti e ricadute, anche alla luce delle recenti scelte di politica legislativa. La seconda parte sarà interamente dedicata ai modelli di tutela nella doppia prospettiva dell’esistente, migliorabile, e dei possibili sviluppi. L’analisi ruota intorno a cinque concetti chiave: l’individuazione di un sistema di tutele a valenza generale; la possibile esportazione in altre fattispecie di frammentazione organizzativa del modello della somministrazione; l’incentivazione della responsabilità sociale d’impresa; l’estensione del concetto di dipendenza economica dal diritto dell’impresa al diritto del lavoro; l’abbandono dell’uniformità regolativa in favore di una differenziazione per modelli organizzativi. La terza ed ultima parte affronta il tema più scivoloso perché concerne fenomeni in fieri, sui quali possono farsi solo supposizioni, non esistendo un tessuto normativo né interno né dell’UE a cui ancorarsi; ma tale constatazione non consente di ignorare il fenomeno, apparendo opportuno, se non proprio obbligatorio, formulare delle proposte. Sullo sfondo, astraendo dal tema specifico trattato, si staglia l’interrogativo che chiude la relazione sul futuro del diritto del lavoro in un mondo del lavoro in continuo divenire, sempre più spesso condizionato da tre fattori negativi: un profitto senza etica, una classe politica sempre più concentrata su se stessa ed infine, ma non meno importante, una sempre più diffusa disaffezione per il lavoro.)

Garofalo, D. (2017), 'Work, business and organisational transformations (Lavoro, impresa e trasformazioni organizzative)', Annual meeting for the Associazione Italiana Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale, May 2017, Cassino, Italy.

Metadata

  • no specific sector focus
  • Italy
  • 2017
  • Other
  • challenges
  • Italian
  • Associazione Italiana Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale (Publisher)
  • Open access
Disclaimer  —  Eurofound aims to keep the information in this database up to date and accurate. If errors are brought to our attention, we will try to correct them. However, Eurofound bears no responsibility or liability whatsoever with regard to the accuracy or content of this database or of external links over which Eurofound services have no control and for which Eurofound assumes no responsibility.