Quality of public services during COVID-19

Eurofound’s unique e-survey, Living, working and COVID-19, provides a snapshot of the impact of the pandemic on people’s lives, with the aim of helping policymakers to bring about an equal recovery from the crisis. Two rounds of the e-survey have been carried out to date, allowing for comparison between the first round launched on 9 April, when most Member States were in lockdown, and the second round in July, when society and economies were slowly re-opening. The data cover a range of topics including fairness of support measures, the experience of online schooling and education, online healthcare and unmet healthcare needs, and access to online public services. Compare the data for each round and explore by country, gender and age.

Risultati principali

  • I massimi livelli di fiducia nelle istituzioni riscontrati riguardano i sistemi sanitari, rispetto ad altri ambiti come i mezzi di comunicazione, i governi nazionali e l’UE. Nel contempo, sono proprio i l avoratori del settore sanitario a dichiarare più spesso di sentirsi emotivamente esausti , a conferma di quanto sia stata pesante la loro esposizione a situazioni difficili ed emotivamente impegnative durante la pandemia.
  • I risultati dell’indagine dimostrano che i rischi derivanti dalla pandemia allargano ulteriormente le disparità tra i gruppi socio-economici e tra i paesi. Queste crescenti disparità possono incidere anche sulla stabilità dell’UE ed evidenziano la necessità di dare piena attuazione al pilastro europeo dei diritti sociali nonché di comunicare queste misure ai cittadini dell’UE.

Background and data collection

Suggested citation

Eurofound (2020), Living, working and COVID-19 dataset, Dublin, http://eurofound.link/covid19data

Comments, feedback, questions? Let us know!


Alla luce del recesso del Regno Unito dall’Unione europea il 31 gennaio 2020, va osservato che i dati pubblicati sul sito web di Eurofound possono riferirsi ai 28 Stati membri dell’UE, dal momento che le precedenti ricerche interessavano anche il Regno Unito. Tali informazioni verranno modificate progressivamente per rispecchiare l’attuale composizione dei 27 Stati membri dell’UE.