Working conditions and sustainable work

Le imprese all’epoca della pandemia: in che modo le imprese dell’UE si sono adattate alla pandemia di COVID-19

Report
Pubblicato
9 Dicembre 2021
pdf
Formats and languages
Executive summary in 22 languages
Scarica

Risultati principali

  • A seguito della pandemia, in quasi un’impresa su cinque nell’UE sono stati persi posti di lavoro. Circa il 40 % delle imprese dell’UE ha dovuto ridurre l’orario di lavoro dei dipendenti e in quasi un quarto (23 %) tale riduzione ha riguardato la maggior parte dei lavoratori.
Read more
  • A seguito della pandemia, in quasi un’impresa su cinque nell’UE sono stati persi posti di lavoro. Circa il 40 % delle imprese dell’UE ha dovuto ridurre l’orario di lavoro dei dipendenti e in quasi un quarto (23 %) tale riduzione ha riguardato la maggior parte dei lavoratori.
  • Nel 2020 quasi la metà di tutte le imprese dell’UE ha dovuto in qualche modo sospendere le operazioni a causa della COVID-19. I fornitori di servizi finanziari e di altro tipo, le società di trasporti e quelle del settore dell’ospitalità sono stati i più colpiti dall’impatto dei lockdown successivi collegati alle misure di salute pubblica.
  • Nel 2020 oltre un terzo delle imprese dell’UE ha modificato la propria attività principale in risposta alla COVID-19. Molte società hanno diversificato le proprie linee di produzione, passando alla produzione di dispositivi di protezione, respiratori, strumenti di sanificazione e altri apparecchi urgentemente necessari.
  • Le organizzazioni possono trarre lezioni chiare dalla crisi. Le imprese che hanno investito nei dipendenti e li hanno coinvolti nel processo decisionale se la sono cavata meglio; queste imprese ad alto livello di coinvolgimento e investimento hanno anche avuto maggiori probabilità di disporre di un piano di gestione della crisi, modificare le loro attività principali e assumere nuovo personale nel 2020. Una gestione lungimirante è stata un altro dei fattori fondamentali, insieme a un buon ambiente di lavoro, a un’efficace strategia di comunicazione con il personale e con i clienti e alla fornitura al personale di attrezzature per consentire un orario di lavoro flessibile.
  • Le sfide fisiche ed emotive emerse durante la COVID-19 sono state diverse per i lavoratori sul posto e i lavoratori da casa. Sebbene entrambi i tipi di lavoratori abbiano menzionato stanchezza legata alla pandemia e mancanza di motivazione, i telelavoratori hanno citato il design ergonomico non adatto dei luoghi di lavoro in remoto, le difficoltà della didattica a domicilio e la frustrazione associata a ambienti monotoni, mentre i lavoratori sul posto hanno evidenziato i timori legati al contagio e la modifica radicale delle pratiche sul posto di lavoro.
Read less

Sommario

La presente relazione mira a sostenere le imprese europee nella gestione delle sfide legate alla pandemia di COVID-19. Si incentra sulle pratiche adottate nei luoghi di lavoro e sui fattori che hanno aiutato le imprese dell’UE a sviluppare una resilienza operativa, proteggendo nel contempo i dipeRead more

La presente relazione mira a sostenere le imprese europee nella gestione delle sfide legate alla pandemia di COVID-19. Si incentra sulle pratiche adottate nei luoghi di lavoro e sui fattori che hanno aiutato le imprese dell’UE a sviluppare una resilienza operativa, proteggendo nel contempo i dipendenti e i clienti.

La relazione esamina la reazione iniziale delle imprese dell’UE allo shock esterno derivante dal diffondersi della pandemia e gli adeguamenti successivamente introdotti nei luoghi di lavoro. Analizza inoltre l’impatto della pandemia sulla salute e sul benessere dei lavoratori e il modo in cui il diffondersi della COVID-19 e le successivi perturbazioni hanno influenzato le attività e l’organizzazione del lavoro.

Read less

Formats and languages

  • Relazione

    Numero di pagine: 
    80
    N. di riferimento: 
    EF21033
    ISBN: 
    978-92-897-2224-7
    N. di catalogo: 
    TJ-05-21-333-EN-N
    DOI: 
    10.2806/98958
    Catalogue info

    Le imprese all’epoca della pandemia: in che modo le imprese dell’UE si sono adattate alla pandemia di COVID-19

    Formati

    Cita questa pubblicazione: 

    Eurofound (2021), Business not as usual: How EU companies adapted to the COVID-19 pandemic, Publications Office of the European Union, Luxembourg.

  • Executive summary

    N. di riferimento: 
    EF21033EN1
    Catalogue info

    Le imprese all’epoca della pandemia: in che modo le imprese dell’UE si sono adattate alla pandemia di COVID-19

    Autore(i): 
    Eurofound

    Scaricabile in 22 lingue

    Scarica
  • Tables and graphs

    This report contains the following list of tables and figures.

    List of tables

    Table 1: Distribution of Eurofound case studies
    Table 2: Reduction in working time due to COVID-19, by establishment characteristics
    Table 3: Average establishment performance levels by establishment characteristics, indexed mean, standard errors and % change in indexed mean
    Table 4: Findings on telework-related aspects (%)
    Table 5: Establishment performance and workplace well-being by work characteristics and management style, mean and standard errors

    List of figures

    Figure 1: Change in number of employees by sector, 2019 and 2020 (%)
    Figure 2: Change in number of employees by establishment type, 2019 and 2020 (%)
    Figure 3: Reduction in working time due to COVID-19, by sector (%)
    Figure 4: Proportion of establishments reporting profit/loss, 2019 and 2020 (%)
    Figure 5: Proportion of establishments reporting increases/decreases in production volume, 2019 and 2020 (%)
    Figure 6: Complete or partial suspension of business (%)
    Figure 7: Complete or partial suspension of business activity by sector (%)
    Figure 8: Change in employment by degree of business suspension (%)
    Figure 9: Profit outlook by business suspensions (%)
    Figure 10: Production/service volume developments by business suspensions (%)
    Figure 11: Change in business activities by sector and disruption (%)
    Figure 12: Change in knowledge and skills needs due to COVID-19, EU27 (%)
    Figure 13: Establishments with substantial or moderate change in knowledge and skills needs due to COVID-19, by establishment type, EU27 (%)
    Figure 14: Motivation by types of change in establishments (%)
    Figure 15: Change in establishments’ physical infrastructure due to COVID-19 (%)
    Figure 16: Change in establishments’ physical infrastructure due to COVID-19 by sector (%)
    Figure 17: Organisational changes due to COVID-19 by sector (%)
    Figure 18: Telework by proportion of employees and time, 2019 and 2020 (%)
    Figure 19: Telework by establishment size, 2019 and 2020 (%)
    Figure 20: Provisions for telework made by employer (%)
    Figure 21: Extent to which each element of the management approach has become more important because of the pandemic (%)
    Figure 22: Problem solving and work autonomy, 2019 and 2020 (%)
    Figure 23: Job complexity and work autonomy, indexed values (mean = 100), 2019 and 2020
    Figure 24: Discretionary behaviour, 2019 and 2020 (%)
    Figure 25: Use of internal communication channels, 2019 and 2020 (%)
    Figure 26: Business continuity plan or contingency plan previously in place by various variables (% and standard errors)
    Figure 27: Psychosocial risks in EU27 establishments in 2019 (% of managers reporting)
    Figure 28: Measures to record working time by employee representation (ER) (%)
    Figure 29: Employee motivation by employee representation (ER) (%)
    Figure 30: Direct employee participation (%)

Le ricerche effettuate anteriormente al recesso del Regno Unito dall’Unione europea il 31 gennaio 2020, e pubblicate successivamente, possono includere i dati relativi ai 28 Stati membri. Salvo indicazione contraria, successivamente a tale data, la ricerca prende in considerazione unicamente i 27 Stati membri dell’UE (UE28 meno il Regno Unito).

Part of the series

  • European Company Survey 2019

    Eurofound’s European Company Survey (ECS) maps and analyses company policies and practices which can have an impact on smart, sustainable and inclusive growth, as well as the development of social dialogue in companies. This series consists of outputs from the ECS 2019, the fourth edition of the survey. The survey was first carried out in 2004–2005 as the European Survey on Working Time and Work-Life Balance. 

Useful? Interesting? Tell us what you think. Hide comments

Aggiungi un commento