Industrial relations and social dialogue

Salari minimi nel 2021: revisione annuale

Report
Pubblicato
10 Giugno 2021
pdf
Formats and languages
Executive summary in 22 languages
Scarica

Risultati principali

  • Nella maggior parte degli Stati membri i salari minimi sono stati aumentati con cautela dal 2020 al 2021, con il paese mediano che ha registrato un aumento del 3 % (calcolato in valuta nazionale); solo alcuni Stati membri hanno deciso di congelare l’importo del rispettivo salario minimo nel 2021: una reazione assai diversa da quella manifestata dagli Stati membri durante la crisi finanziaria.
Read more
  • Nella maggior parte degli Stati membri i salari minimi sono stati aumentati con cautela dal 2020 al 2021, con il paese mediano che ha registrato un aumento del 3 % (calcolato in valuta nazionale); solo alcuni Stati membri hanno deciso di congelare l’importo del rispettivo salario minimo nel 2021: una reazione assai diversa da quella manifestata dagli Stati membri durante la crisi finanziaria.
  • Nei paesi senza salari minimi legali (Austria, Danimarca, Finlandia, Italia, Svezia e Norvegia), gli incrementi retributivi sono stati moderati, ma la contrattazione è risultata nel complesso ragionevolmente stabile. Poiché in qualche caso la contrattazione collettiva è stata condizionata dalla pandemia, alcuni rinnovi e aumenti salariali sono stati rinviati.
  • La sfida principale affrontata dai responsabili politici durante la determinazione dei salari minimi nel 2020 è stata l’incertezza economica generale legata alla COVID-19. Nei casi in cui è stato possibile effettuare previsioni, queste ultime sono risultate più incerte o volatili del consueto.
  • Le posizioni delle parti sociali in merito alla proposta di direttiva sui salari minimi sono rimaste invariate: in generale, le organizzazioni dei datori di lavoro sono particolarmente critiche e preferirebbero una raccomandazione non vincolante; la maggior parte dei sindacati è favorevole all’iniziativa, ma vorrebbe che si spingesse oltre. Le posizioni dei governi sono discordi.
Read less

Sommario

La presente relazione riassume le modalità con cui i salari minimi per il 2021 sono stati determinati durante il 2020, l’anno segnato dalla pandemia di COVID-19, analizzando i problemi affrontati dai responsabili politici nazionali e il modo in cui hanno reagito alle sfide poste dalle ripercussioRead more

La presente relazione riassume le modalità con cui i salari minimi per il 2021 sono stati determinati durante il 2020, l’anno segnato dalla pandemia di COVID-19, analizzando i problemi affrontati dai responsabili politici nazionali e il modo in cui hanno reagito alle sfide poste dalle ripercussioni economiche e sociali della pandemia quando hanno preso decisioni relative al salario minimo. La relazione individua in quale misura si sia tenuto conto delle retribuzioni minime nelle misure di sostegno correlate alla COVID-19, discutendo i progressi compiuti in merito all’iniziativa dell’UE sui salari minimi ed effettuando una mappatura delle reazioni delle parti sociali a livello UE e dei responsabili politici nazionali. La relazione è accompagnata da due documenti di lavoro complementari: uno analizza gli sviluppi registrati nell’ultimo decennio per i dipendenti scarsamente retribuiti e quelli che percepiscono il salario minimo; l’altro riassume le ricerche più recenti sui salari minimi nei paesi dell’UE, in Norvegia e nel Regno Unito.

Read less

Formats and languages

  • Relazione

    Numero di pagine: 
    74
    N. di riferimento: 
    EF21015
    ISBN: 
    978-92-897-2172-1
    N. di catalogo: 
    TJ-AS-21-001-EN-N
    DOI: 
    10.2806/47491
    Catalogue info

    Salari minimi nel 2021: revisione annuale

    Formati

    Cita questa pubblicazione: 

    Eurofound (2021), Minimum wages in 2021: Annual review, Minimum wages in the EU series, Publications Office of the European Union, Luxembourg.

  • Executive summary

    N. di riferimento: 
    EF21015EN1
    Catalogue info

    Salari minimi nel 2021: revisione annuale

    Autore(i): 
    Eurofound

    Scaricabile in 22 lingue

    Scarica
  • Working papers

    Related working papers

  • Tables and graphs

    List of tables

    The report has the following list of tables:

    Table 1: Gross minimum wages, selected EU Member States and the UK, in € and national currencies, 2020 and 2021 compared
    Table 2: Sub-minimum rates for selected EU Member States and the UK as of January 2021
    Table 3: Occupational or sector-related statutory minimum wage rates in Cyprus, Malta and Romania, January 2021
    Table 4: Seniority- or qualification-related top-ups of statutory minimum wage rates for private sector workers, January 2021
    Table 5: Minimum wage rates related to level of hardship or job demands for private sector workers, January 2021
    Table 6: Change in monthly minimum wages in collective agreements (%), between 1 January 2020 and 1 January 2021, for selected low-paid jobs (national currencies)
    Table 7: Minimum wage setting for 2021 – Countries that followed previous commitments
    Table 8: Minimum wage setting for 2021 – Countries that adhered to formulas
    Table 9: Minimum wage setting for 2021 – Countries that fell short of previous targets
    Table 10: Minimum wage setting for 2021 – Countries that opted for cautious increases
    Table 11: Minimum wage setting for 2021 – Countries that froze the level or deferred decisions
    Table 12: Change in the number of employees 2019 to 2020 and proportion of minimum wage workers, by sector


    Table A1: Legal basis for statutory minimum wages
    Table A2: Overview of changes to minimum wage regulations in 2020
    Table A3: Wage rates in collective agreements related to 10 selected low-paid jobs, 2020 to 2021, in national currency
    Table A4: Minimum wage references used in short-time working schemes or for subsidised employment
    Table A5: References to the minimum wage determining the eligibility for income support when employed
    Table A6: Minimum wage references used to determine the level of COVID-19-related benefits for self-employed people, working parents and others
    Table A7: References to the minimum wage determining the eligibility to obtain certain benefits
    Table A8: List of other COVID-19 EU PolicyWatch database cases referred to in this report by country
    Table A9: Network of Eurofound Correspondents

    List of figures

    The report has the following list of figures:

    Figure 1: Breakdown of national decision-makers interviewed, based on organisation type and system type (%)
    Figure 2: Hourly minimum wages (€), selected Member States, 2021  
    Figure 3: Collectively agreed average or median monthly pay in 10 low-paid jobs, January 2021 (€)
    Figure 4: Minimum wage setting for 2021 and the role of the social partners
    Figure 5: Change in number of employees between 2019 and 2020 and proportion of minimum wage workers by occupation, men and women
    Figure 6: Stances towards the proposed directive by respondent type (%)
    Figure 7: Stances towards the proposed directive by type of wage setting (%)

Part of the series

  • Minimum wages in the EU

    This series reports on developments in minimum wage rates across the EU, including how they are set and how they have developed over time in nominal and real terms. The series explores where there are statutory minimum wages or collectively agreed minimum wages in the Member States, as well as minimum wage coverage rates by gender.  

Useful? Interesting? Tell us what you think. Hide comments

Aggiungi un commento