Indagini

Eurofound ha messo a punto tre indagini pan-europee, ripetute periodicamente, per contribuire alla pianificazione e alla creazione di migliori condizioni di vita e di lavoro. Tali indagini rappresentano una preziosa fonte di informazioni comparative sulla qualità delle condizioni di vita e di lavoro all’interno dell’UE. Grazie a un’analisi dettagliata dei dati desunti dalle indagini, Eurofound è in grado di individuare tendenze nuove ed emergenti nonché di approfondire le questioni fondamentali per le politiche europee. I risultati costituiscono solide fondamenta sulla cui base i responsabili politici possono individuare opportunità di miglioramento ed elaborare prospettive a lungo termine. Le indagini sono un elemento essenziale della missione di Eurofound, volta a fornire informazioni e consulenze di alta qualità a responsabili delle politiche, parti sociali e ricercatori a livello dell’UE e nazionale nonché ai cittadini europei.

Oltre alle tre indagini pan-europee, in risposta alla COVID-19 Eurofound ha avviato l’indagine elettronica Vita, lavoro e COVID-19 nell’aprile 2020. Questa indagine online su vasta scala, che utilizza metodi di campionamento non probabilistici, ha consentito a Eurofound di cogliere l’esperienza di vita e di lavoro durante una pandemia.

Maggiori informazioni sulle singole indagini sono disponibili di seguito.

Indagine sulle imprese europee (ECS)

Argomenti: l’ECS offre una panoramica delle prassi nei luoghi di lavoro basandosi sui pareri espressi dai rappresentanti dei dirigenti e dei lavoratori.

ECS 2019 : realizzata in partenariato con il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale ( Cedefop), si è concentrata sull’organizzazione del lavoro, l’utilizzo e lo sviluppo delle competenze, la gestione delle risorse umane, la partecipazione dei lavoratori e il dialogo sociale negli Stati membri dell’UE e nel Regno Unito. Nel 2020 si è svolta un’indagine online di follow-up per esaminare l’impatto della COVID-19 sulla continuità operativa e i cambiamenti delle prassi nei luoghi di lavoro.

ECS 2013 : si è concentrata sull’organizzazione del lavoro, la gestione delle risorse umane, la partecipazione dei lavoratori e il dialogo sociale. Ha interessato 32 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, la Croazia, la Macedonia del Nord, l’Islanda, il Montenegro e la Turchia.

ECS 2009 : è stata avviata con il nuovo titolo di indagine sulle imprese europee e ha posto l’accento sulle prassi in materia di flessibilità e sulla qualità del dialogo sociale. Ha interessato 30 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, la Croazia, la Macedonia del Nord e la Turchia.

ESWT 2004-2005 : è stata avviata con la denominazione di Indagine europea sull’orario di lavoro e l’equilibrio tra lavoro e vita privata. Ha interessato gli Stati membri dell’UE.

Strumento di esplorazione dei dati: Indagine sulle imprese europee: visualizzazione dei dati

Serie di pubblicazioni : Indagini sulle imprese europee

Prossima indagine: la prossima ECS è provvisoriamente prevista per il 2028.

Indagine europea sulla qualità della vita (EQLS)

Argomenti: l’EQLS delinea un quadro completo delle condizioni di vita nei paesi europei. Contiene un’ampia serie di indicatori relativi a diverse dimensioni della qualità della vita, sia oggettivi sia soggettivi. Alla luce dell’elevato interesse per la qualità della vita dei cittadini europei, l’EQLS acquisisce un’importanza sempre maggiore per il contributo di Eurofound al dibattito politico e accademico.

EQLS 2016 : ha rivolto un’attenzione specifica alla qualità dei servizi pubblici. Ha interessato 33 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, l’Albania, la Macedonia del Nord, il Montenegro, la Serbia e la Turchia.

EQLS 2012 : ha interessato 34 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, la Croazia, la Macedonia del Nord, l’Islanda, il Kosovo, il Montenegro, la Serbia e la Turchia.

EQLS 2007 : ha interessato 31 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, la Norvegia, la Croazia, la Macedonia del Nord e la Turchia.

EQLS 2003 : ha interessato 28 paesi, tra cui gli Stati membri dell’UE, la Bulgaria, la Romania e la Turchia.

Strumento di esplorazione dei dati: Indagine europea sulla qualità della vita: visualizzazione dei dati

Serie di pubblicazioni : Indagine europea sulla qualità della vita

Prossima indagine: la prossima EQLS è provvisoriamente prevista per il 2026.

Indagine europea sulle condizioni di lavoro (EWCS)

Argomenti: l’indagine europea sulle condizioni di lavoro è l’indagine di più lunga data condotta da Eurofound ed è divenuta una fonte consolidata di informazioni sulle condizioni di lavoro nonché sulla qualità del lavoro e dell’occupazione. Condotta dal 1990, consente di monitorare le tendenze a lungo termine riscontrate nelle condizioni di lavoro in Europa. I temi trattati comprendono lo status occupazionale, l’orario di lavoro, l’organizzazione lavorativa, l’apprendimento e la formazione, i fattori di rischio fisico e psicosociale, la salute e la sicurezza, la partecipazione dei lavoratori, l’equilibrio tra lavoro e vita privata, la retribuzione e la sicurezza finanziaria nonché il legame fra lavoro e salute.

EWCS 2021 edizione straordinaria : A causa della pandemia di COVID-19, Eurofound ha condotto un’EWCS modificata utilizzando per la prima volta la tecnica dell’intervista telefonica assistita da computer (CATI). L’indagine ha riguardato gli Stati membri dell’UE, il Regno Unito, la Norvegia, la Svizzera, l’Albania, la Bosnia-Erzegovina, il Kosovo, il Montenegro, la Macedonia del Nord e la Serbia. I primi risultati saranno presentati in una relazione di sintesi alla fine del 2022.

EWCS 2020 : dopo sole sette settimane Eurofound ha dovuto sospendere il lavoro sul campo in presenza a causa della pandemia di COVID-19.

EWCS 2015 : ha interessato gli Stati membri dell’UE, l’Albania, la Macedonia del Nord, il Montenegro, la Serbia, la Turchia nonché la Norvegia e la Svizzera.

EWCS 2010 : ha interessato gli Stati membri dell’UE, la Croazia, l’Albania, la Macedonia del Nord, il Kosovo, il Montenegro, la Turchia e la Norvegia.

EWCS 2005 : ha interessato gli Stati membri dell’UE, la Croazia, la Turchia, la Norvegia e la Svizzera.

EWCS 2000-2002 : in una prima fase ha interessato gli Stati membri dell’UE e la Norvegia per poi essere estesa in una seconda fase a 12 «nuovi» Stati membri nel 2001 e alla Turchia nel 2002.

EWCS 1995-1996 : ha riguardato gli Stati membri dell’UE.

EWCS 1990-1991 : ha riguardato gli Stati membri dell’UE.

Strumento di esplorazione dei dati: Indagine europea sulle condizioni di lavoro - Visualizzazione dei dati

Serie di pubblicazioni : Indagine europea sulle condizioni di lavoro

Prossima indagine: la prossima indagine è in preparazione e il lavoro sul campo è previsto per la primavera 2024. L’EWCS 2024 combinerà l’acquisizione di dati in presenza e online.

Indagine elettronica su vita, lavoro e COVID-19

Eurofound ha adeguato la ricerca per monitorare l’evoluzione della situazione durante la pandemia di COVID-19 e per raccogliere dati relativi all’impatto sulla vita dei cittadini dell’UE e alle risposte politiche per attenuarne gli effetti. Nell’aprile 2020 l’Agenzia ha avviato l’indagine elettronica Vita, lavoro e COVID-19 della quale ha finora condotto diversi cicli.

Argomenti: l’indagine elettronica Vita, lavoro e COVID-19 mira a cogliere le profonde implicazioni della pandemia sulle modalità di vita e di lavoro delle persone in tutta l’UE, con l’obiettivo di assistere i responsabili politici nel compito di conseguire un’equa ripresa dalla crisi. L’indagine ha esaminato la qualità della vita e della società nel corso della pandemia, con domande che spaziano dalla soddisfazione relativamente alla propria vita, alla felicità e all’ottimismo fino alla salute e ai livelli di fiducia nelle istituzioni. Si è inoltre concentrata sulla situazione lavorativa degli intervistati, sull’equilibrio tra vita professionale e vita privata e sul ricorso al telelavoro durante la crisi. Nel secondo ciclo le domande hanno riguardato anche la qualità del lavoro, la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, l’istruzione scolastica online, l’uso dei servizi online, nonché la misura in cui gli intervistati avevano richiesto e utilizzato regimi di sostegno pubblico. Altre domande del terzo ciclo hanno riguardato gli atteggiamenti nei confronti del vaccino e la volontà di essere vaccinati, la fiducia nella scienza, l’uso dei media sociali e la fiducia negli stessi. Le nuove domande hanno esaminato anche l’accesso ai servizi pubblici e la relativa qualità durante la pandemia di COVID-19.

Quinto ciclo: 29 marzo-2 maggio 2022

Quarto ciclo: 21 ottobre–30 novembre 2021 (indagine di gruppo)

Terzo ciclo: : 12 febbraio-31 marzo 2021

Secondo ciclo : 22 giugno-27 luglio 2020

Primo ciclo 9 aprile-11 giugno 2020

I risultati evidenziano le sfide alle quali deve far fronte l’UE e le questioni da affrontare in futuro, ad esempio il telelavoro, il diritto alla disconnessione, la salute e il benessere, l’orario di lavoro e l’accesso ai servizi pubblici.

Dati: dati su vita, lavoro e COVID-19

Serie di pubblicazioni: COVID-19

Prossima indagine: ultimo ciclo previsto per la primavera 2022.

Ulteriori informazioni sulle indagini